Your message has been sent, you will be contacted soon
Musica Popolare Italiana

Chiama

Chiudi

La favola degli Agricantus dal 1979 al 2014. La Sicilia raccontata in 35 anni di storia

Agricantus su Musica Popolare Italiana
Agricantus nasce come collettivo musicale a Palermo nel 1979 da un gruppo di amici e compagni di scuola: la musica popolare italiana, da allora, si arricchisce di un progetto davvero ambizioso.

Il viaggio musicale degli Agricantus inizia con la musica sudamericana, in particolare con la musica della Cordigliera Andina: la formazione si avvicina quindi alla Nueva Cancion Chilena e ai temi sociali ad essa collegati, collaborando sin da subito con altri personaggi della cultura popolare siciliana dell’epoca (tra tutti, Rosa Balistreri, Ignazio Buttitta, Ciccio Busacca, Tabernae Milaensys) nel recupero e nella riproposizione delle tradizioni musicali e dei canti popolari.

Ne viene fuori un repertorio siciliano influenzato da contaminazioni sudamericane e, col tempo, da altri generi musicali (rock, jazz)  che porterà gli Agricantus in giro per l'Europa già dal 1983, portando su tanti palchi di teatri, pub e festival la loro musica e la loro identità mediterranea.

Col passare degli anni gli Agricantus espandono la loro ricerca musicale a tutto il meridione riuscendo ad accedere, tramite il Folk Studio di Palermo e l’Archivio Etnofonico Siciliano del CIMS, agli archivi  di altre regioni (Sardegna, Puglia, Campania, Basilicata e Calabria) e a quelli di altri paesi e continenti.

La partecipazione ad Arezzo Wave nel 1994 procura loro una grandissima notorietà e un numero di collaborazioni artistiche sempre più cospicuo. Musicalmente, gli Agricantus si spostano decisamente verso sonorità più tipicamente legate al pop e all'elettronica, portando la loro musica in tutto il mondo.

Dal 2005 il gruppo comincia a smembrarsi fino ad arrivare all'interruzione definitiva della propria attività artistica. Mai dire mai nella vita:  nel 2013 Mario Crispi e Mario Rivera, co-detentori a vario titolo del marchio e del nome del gruppo, riprendono in mano il progetto artistico Agricantus per ricostituire lo spirito del collettivo musicale che ha permesso al gruppo di conseguire il successo ottenuto negli anni passati.

Ecco l'attuale formazione: Federica Zammarchi (voce, effetti), Mario Crispi (voce, fiati arcaici), Mario Rivera (voce, basso, laptop), Giuseppe Grassi (mandola, mandoloncello), Giovanni Lo Cascio (batteria, percussioni).

Ed ora, spazio alla loro musica e alle loro voci: buona visione e buon ascolto!

https://www.youtube.com/watch?v=gEau73U-nC8



Tag: