Your message has been sent, you will be contacted soon
Musica PopoIare ltaIiana

Chiama

Chiudi

E' online il n.426 di Blogfoolk

Link:
https://www.blogfoolk.com/2019/10/numero-426-del-3-ottobre-2019.html
Data scadenza:
Contatto:
Salvatore Esposito - Direttore Editoriale
E-mail:
blogfoolkATgmailDOTcom
Telefono:
Area
World
Nome scuola:
Blogfoolk
Sito ufficiale o Facebook:
www.blogfoolk.com
Indirizzo sede principale:
Caserta
Indirizzo sede secondaria:
Roma
Contatti (mail o telefono):
Registrati per votare

Il nostro BF-Choice del mese di ottobre è “Maestrale”, firmato da tre liguri Filippo Gambetta (organetto diatonico), Sergio Caputo (violino) e Carmelo Russo (chitarra). Si tratta di un lavoro di musica folk strumentale d’autore dalle eleganti trame acustiche. A raccontarcelo è lo stesso virtuoso organettista genovese. La pagina world si apre con un ricordo di Chartwell Shorayi Dutiro, da poco scomparso, che è stato tra i principali ambasciatori della mbira degli shona della Zimbabwe. Dagli States arriva “Sacred Music of the Hopi Tribe” degli Öngtupqa, dall’india salutimao il gioioso “Times of Maharajas” dei Dhoad Gypsies of Rajasthan. Ci spostiamo in Europa per il disco consigliato della settimana, che è “Metamodal”, il ritorno del Sokratis Sinopoulos Quartet con un’opera dove si incrociano jazz, improvvisazione, classicismo e forme folkloriche. Ci rimettiamo sui sentieri della musica italiana con “Bluesanza” del cantautore abruzzese Setak. Per la musica dal vivo, c’è la cronaca dell’edizione 2019 de Li Ucci Festival, andata in scena a Cutrofiano (Lecce) dall’8 al 22 settembre. Lo spazio jazz offre un focus sul tastierista Riccardo Fassi, con un trittico di recensioni: “Riccardo Fassi Tankio Band meets Fabio Morgera”, “Riccardo Fassi Tankio Band plays Zappa. The Return of the Fat Chicken” e “Portraits of Interior Landscape”, inciso con il suo quartetto. Ci occupiamo, poi, di “Stabat Mater” di Paolo Paglia. Chiude il numero 426 di Blogfoolk il sassofonista Stefano Di Battista, ripreso dall’obiettivo di Valerio Corzani. Infine, diciamo addio al jazzista e improvvisatore Gianni Lenoci, straordinaria figura di pianista, compositore e didatta al Conservatorio di Monopoli, scomparso all’età di 56 anni il 30 settembre.