Your message has been sent, you will be contacted soon
Musica PopoIare ltaIiana

Chiama

Chiudi

E' online il n.392 di Blogfoolk

Link:
www.blogfoolk.com/2019/01/numero-392-del-24-gennaio-2019.html
Data scadenza:
Contatto:
Salvatore Esposito - Direttore Editoriale
E-mail:
blogfoolkATgmail.com
Telefono:
Area
World
Nome scuola:
Blogfoolk
Sito ufficiale o Facebook:
www.blogfoolk.com
Indirizzo sede principale:
Caserta
Indirizzo sede secondaria:
Roma
Contatti (mail o telefono):
Registrati per votare

Blogfoolk #392 si apre con lo speciale dedicato a “Tutto sbagliato”, secondo disco in carriera di Emanuele Belloni, artista già segnalatosi nel 2013 con il debutto “E sei arrivata tu”. Il musicista romano si presenta con un concept album sul tema del carcere – le Rebibbia di fuori e gli Alcatraz di dentro – prodotto artisticamente da Riccardo Tesi. Un incontro felice che è proprio l’incontrario del titolo del suo lavoro: “Tutto Sbagliato”. Nell’intervista realizzata da Elisabetta Malantrucco, il cantautore ripercorre il suo cammino musicale, con la riscoperta della chitarra e l’approdo al professionismo, fino a toccare questo nuovo lavoro. Dalla canzone d’autore, ci spostiamo sui sentieri della tradizione con il nuovo album degli abruzzesi Lupi della Majella, che hanno inciso “Dellädamonne” per l’etichetta Radici Music. Imbocchiamo le vie world prima con “A Cure for the Curious” dei Solasta, intrigante trio folk britannico e poi con “Joys Abound”, bell’esordio della giovanissima Anandi Bhattacharya, figlia del celebre chitarrista indiano Debashish Bhattacharya. Vi parliamo poi della colonna sonora del film “Kona fer í stríð/Woman at War” di Benedikt Erlingsson, contenente le composizioni di Davíð Þór Jónsson. Nello spazio dedicato alla musica dal vivo raccontiamo il concerto che il duo EbbaneSis (Viviana Cangiano e Serena Pisa) ha tenuto a Roma lo scorso 14 gennaio. Per la rubrica jazz vi proponiamo “Forms and Sounds. Air Sculptures” di Tiziano Tononi & The Ornettians. Proseguiamo con le recensioni di “22:22 Free Radiohead” di Paolo Angeli, il musicista sardo, specialista della chitarra preparata e “Alone Vol.1” di Gianni Marroccolo. Chiude il numero la squisitezza fotografica di Valerio Corzani con protagonista Father John Misty.